COMPILAZIONE_MODELLO_730_2014_UIL_FPL_TARANTO

Anche quest'anno la UIL FPL di Taranto ha messo a disposizione, per i servizi ai tesserati, il Caf UIL per la compilazione: 

Servizio 730 on-line

Servizio IMU on-line

Servizio Unico on-line

Servizio ISEE on-line

Servizio RED on-line

Servizio Icric/Iclav/Accas-PS on-line

Servizio Colf & badanti on-line

Servizio Successioni on-line

 

 

Servizio Locazioni on-line

Per i tesserati  UIL FPL la compilazione del Modello 730-2014 è

gratis

Modello 730-2014

CHI PUÒ UTILIZZARE IL MODELLO 730-2014


 

  • Lavoratori dipendenti e pensionati;
  • Soggetti che percepiscono indennità sostitutive di reddito di lavoro dipendente (quali il trattamento di integrazione salariale, l’indennità di mobilità, ecc.);
  • Soci di cooperative di produzione e lavoro, di servizi, agricole e di prima trasformazione dei prodotti agricoli e di piccola pesca;
  • Sacerdoti della Chiesa cattolica;
  • Giudici costituzionali, parlamentari nazionali e altri titolari di cariche pubbliche elettive;
  • Soggetti impegnati in lavori socialmente utili;
  • Produttori agricoli esonerati dalla presentazione della dichiarazione dei sostituti d’imposta Mod. 770/2014, Irap e Iva.
  • I soggetti che devono presentare la dichiarazione per conto delle persone incapaci.
 

NOVITÀ: ASSENZA DEL DATORE DI LAVORO 

In conformità a quanto previsto dal d.l. 69/2013 con decorrenza dall'anno 2014 è data la possibilità di presentare il modello 730/2014 anche ai soggetti che, nel 2013, hanno percepito redditi di lavoro dipendente, redditi di pensione e/o alcuni redditi assimilati, e che, nel 2014, siano privi di un sostituto d'imposta che possa eseguire i conguagli (disoccupati), sia nel caso di dichiarazione a credito (già prevista con il modello 730 sprint del 2013), sia in caso, è questa la novità, di dichiarazione a debito.

Le NOVITÀ del modello 730-2014

Il nuovo modello ha introdotto le seguenti novità:

  • Ampliamento dell’assistenza fiscale (Assenza del datore di lavoro – senza sostituto d’imposta) Mentre il decreto legge 69/2013 apriva solo a quanti avessero un saldo a credito. Da quest’anno, invece, tutti i lavoratori dipendenti che, nel 2013 hanno percepito redditi di lavoro dipendente, redditi di pensione o redditi assimilati e non hanno più un sostituto d’imposta possono presentare il 730 a un Caf o a un professionista abilitato. Così dal prossimo maggio, il contribuente potrà pagare l’importo utilizzando i servizi telematici dell’Agenzia delle Entrate o utilizzare un bollettino postale o bancario. Mentre il credito sarà rimborsato in pochi mesi direttamente dall’amministrazione finanziaria sul conto corrente indicato. Nel riquadro “Dati del sostituto d’imposta che effettuerà il conguaglio” va barrata la casella “Mod. 730 dipendenti senza sostituto”.
  • Detrazione base dei familiari a carico – La legge di Stabilità per il 2013 (legge n. 228/2012) ha modificato gli importi delle detrazioni per figli a carico, a partire dal 2013.
 In particolare,  è stato elevato  la detrazione base per ciascun figlio a carico che passa da 800 euro a 950 euro, quella per figli di età inferiore a tre anni sale da 900 euro a 1.220 euro, mentre quella aggiuntiva per ogni figlio disabile passa da 220 a 400 euro. I rimborsi per detrazioni per carichi di famiglia di importo complessivo superiore a 4.000 euro verranno erogati direttamente dall'Agenzia delle Entrate, che però effettuerà controlli preventivi sulla spettanza delle detrazioni.
  • Rivalutazione dei redditi dei terreni – È stata prevista un'ulteriore rivalutazione dei redditi dominicali e agrari del 15% (5% per quelli posseduti da coltivatori diretti e Iap).
  • Redditi dei fabbricati (riduzione forfettaria) – Diminuzione della riduzione forfettaria delle spese per canoni di locazione (no cedolare secca) dal 15% al 5% ed assoggettamento al 50% dell'imposta degli immobili a uso abitativo non locati che si trovano nello stesso comune dell'immobile adibito ad abitazione principale (anche se soggetti a Imu).
     
  • Redditi dei fabbricati (opzione cedolare secca) – In questo caso è prevista un’aliquota agevolata del 15% (fino al 2012 era del 19%) per i contratti di locazione a canone concordato. È bloccata invece al 21% l’aliquota per chi ha concesso in affitto immobili a canone libero.
  • Detrazione comparto sicurezzaNon è stata prorogata la detrazione prevista per il personale del comparto sicurezza, difesa e soccorso che era pari a euro 145,75.
  • Detrazione premi polizze assicurazione Scende, invece, a 630 euro l’importo massimo su cui calcolare la detrazione del 19% per i premi di assicurazione sulla vita e contro gli infortuni (sino allo scorso anno era pari a 1.291 euro).
  • Detrazioni sulle spese di ristrutturazione edilizia, del risparmio energetico e delle misure antisismiche – Con il D.L. n. 63/2013, si è stabilita:

     

     

     

     

    • la proroga fino al 31 dicembre 2013 della maggiore detrazione pari al 50%, nel limite massimo di spesa di 96.000 euro, per le spese relative a interventi di recupero del patrimonio edilizio.
       
    • l’introduzione, per i contribuenti che fruiscono della detrazione per le spese relative ad interventi di recupero del patrimonio edilizio, per le ulteriori spese sostenute dal 6 giugno 2013 per l’acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici di classe non inferiore alla A+, finalizzati all’arredo dell’immobile oggetto di ristrutturazione. La detrazione, che spetta su un ammontare complessivo non superiore a 10.000 euro, viene ripartita in 10 rate di pari importo da chi presta l’assistenza fiscale.
       
    • La proroga della detrazione del 55% per le spese per gli interventi finalizzati al risparmio energetico degli edifici realizzate fino al 5 giugno 2013, ed introduzione del 65% per quelle effettuate dal 6 giugno al 31 dicembre 2013.
       
    • l’introduzione di una detrazione d’imposta nella misura del 65%, fino ad un ammontare complessivo di spesa non superiore a 96.000 euro per unità immobiliare, per le spese sostenute dal 4 agosto al 31 dicembre 2013 per gli interventi relativi all’adozione di misure antisismiche, le cui procedure sono attivate dopo il 4 agosto 2013, su edifici adibiti ad abitazione principale o ad attività produttive ricadenti nelle zone sismiche ad alta pericolosità.
       
  • Erogazioni liberali partiti politici e onlus – E’ possibile richiedere sia le detrazioni del 24% (prima erano del 19%) per le donazioni alle onlus che quelle in favore delle popolazioni colpite da calamità (per un importo fino a 2.065 euro). Rientrano anche quelle devolute a partiti e movimenti politici (tra 50 euro e 10mila euro). Da quest’anno è inoltre possibile richiedere il bonus, fino a 1.032,91 euro, per le erogazioni a favore dell’Unione buddhista italiana e dell’Unione induista italianaenti ai quali è anche possibile destinare l’otto per mille dell’Irpef. La detrazione prevista per le erogazioni liberali a favore degli istituti scolastici di ogni ordine e grado finalizzate all’innovazione tecnologica, all’edilizia scolastica e all’ampliamento dell’offerta formativa, è estesa alle erogazioni a favore delle istituzioni dell’alta formazione artistica, musicale e coreutica e delle università e alle erogazioni finalizzate all’innovazione universitaria.
     
  • Compensazione – Tutti i contribuenti possono utilizzare il credito risultante dal modello 730 che vantano con il fisco per ridurre o per pagare altre imposte (IMU, TARES, ecc…) che possono essere versate con il modello F24, tramite il nuovo ‘Quadro I’.
 

ELENCO DEI DOCUMENTI NECESSARI PER L’ELABORAZIONE DEL MODELLO 730/2014

 

DATI GENERALI:

 

  • Precedente dichiarazione dei redditi;
  • Codice fiscale del dichiarante, del coniuge e dei familiari a carico;
  • Certificazioni relative agli eventuali redditi del coniuge e dei familiari a carico;
  • Per l’attribuzione dell’eventuale maggiore detrazione spettante per ciascun figlio portatore di handicap, è necessaria la copia della documentazione attestante il riconoscimento di tale condizione ai sensi della Legge 104/92;
  • Documentazione relativa ad eventuali acconti pagati nell’anno 2013 (Modelli F24);

 

TERRENI E FABBRICATI:

  • Visure catastali di terreni e di fabbricati;
  • atti notarili di immobili acquistati, ereditati o venduti nell’anno 2013;
  • contratti di affitto.

 

REDDITI:

  • Certificazione unica attestante i redditi di lavoro dipendente, di pensione ed assimilati (trattamento di ​integrazione salariale, indennità di mobilità, disoccupazione ordinaria e speciale, indennità di maternità, malattia, compensi per rapporti di collaborazioni coordinate e continuative) percepiti nel 2013 (Modello CUD 2014) nonché eventuale documentazione attestante gli importi percepiti nel 2013 per pensioni erogate da statiesteri;
     
  • certificazione relativa ad eventuali altri redditi percepiti nel 2013: assegni periodici corrisposti dal coniuge separato, indennità corrisposte per l’esercizio di pubbliche funzioni, indennità corrisposte per cariche pubbliche elettive, utili derivanti da distribuzioni societarie, proventi derivanti dall’utilizzazione economica di opere dell’ingegno e di invenzioni industriali, corrispettivi derivanti da attività commerciali e di lavoro autonomo non esercitate abitualmente, borse di studio, compensi percepiti per l’esercizio di attività sportive dilettantistiche, ecc…
     

ONERI DETRAIBILI SOSTENUTI NEL 2013

  • Documentazione fiscale relativa a spese sanitarie per l’acquisto di medicinali in cui devono essere specificati la natura, la qualità e la quantità dei prodotti acquistati nonché il codice fiscale del destinatario;
     
  • documentazione fiscale relativa a spese sostenute per assistenza infermieristica e riabilitativa, spese per prestazioni rese da personale in possesso della qualifica professionale di addetto all’assistenza di base o di operatore tecnico assistenziale esclusivamente dedicato all’assistenza diretta della persona;
     
  • documentazione attestante l’ammontare delle spese sostenute per gli addetti all’assistenza personale nell’ipotesi di non autosufficienza;
     
  • documentazione relativa al pagamento di interessi passivi per mutui ipotecari contratti per l’acquisto dell’abitazione principale: dichiarazione attestante l’importo degli interessi pagati, copia del contratto di mutuo, copia del contratto di acquisto dell’immobile, documentazione relativa agli oneri accessori sostenuti per l’acquisto dell’immobile (onorario del notaio, iscrizione e cancellazione dell’ipoteca, imposta sostitutiva, catastale, ipotecaria, di registro e spese di mediazione);
     
  • documentazione relativa al pagamento di interessi passivi per mutui ipotecari contratti per la costruzione o ristrutturazione edilizia dell’abitazione principale: dichiarazione attestante l’importo egli interessi pagati, copia del contratto di mutuo, documentazione fiscale relativa alle spese sostenute per la costruzione o ristrutturazione, abilitazione amministrativa per l’esecuzione dei avori (concessione edilizia, autorizzazione edilizia, denuncia di inizio attività, ecc;
     
  • dichiarazione rilasciata dalla compagnia d’assicurazione attestante il versamento di premi detraibili per le assicurazioni sulla vita, contro gli infortuni o aventi per oggetto il rischio di morte, di invalidità permanente superiore al 5% o di non autosufficienza nel compimento degli atti quotidiani;
     
  • quietanze di versamento tasse scolastiche;
     
  • fatture per spese funebri;
     
  • documentazione relativa al pagamento delle spese sostenute per l’iscrizione annuale e l’abbonamento, per i ragazzi di età compresa tra i 5 e 18 anni, ad associazioni sportive, palestre, piscine ed altre strutture ed impianti sportivi destinati alla pratica sportiva;
     
  • documentazione attestante il pagamento di compensi a soggetti per intermediazione immobiliare per l’acquisto dell’unità da adibire ad abitazione principale;
     
  • documentazione attestante le spese sostenute dagli studenti universitari “fuori sede” per canoni di locazione derivanti da contratti stipulati o rinnovati ai sensi della Legge 431/98 ovvero per canoni relativi ai contratti di ospitalità nonché agli atti di assegnazione in godimento o locazione, stipulati con enti per il diritto allo studio, università, collegi universitari, enti senza fine di lucro e cooperative;
     
  • quietanze relative ad erogazioni liberali a favore di movimenti e partiti politici ,delle istituzioni dell’alta formazione artistica, musicale e coreutica e delle università;
     
  • ricevute relative ad erogazioni liberali effettuate a favore di Onlus, Organizzazioni Internazionali, Amministrazioni Pubbliche, Enti pubblici non economici, Associazioni sindacali di categoria od altre fondazioni con finalità di interventi umanitari, a favore delle popolazioni colpite da calamità pubbliche o altri eventi straordinari;
     
  • ricevute per erogazioni liberali a favore di associazioni sportive dilettantistiche;
     
  • ricevute relative a contributi associativi versati alle società di mutuo soccorso;
     
  • ricevute per erogazioni liberali a favore delle associazioni di promozione sociale;
     
  • documentazione relativa a spese veterinarie;
     
  • documentazione attestante il pagamento, da parte dei genitori, di rette per la frequenza di asili nido;
     
  • fatture relative alle spese sostenute per interventi finalizzati al risparmio energetico degli edifici esistenti e ricevute dei bonifici attestanti il pagamento, asseverazione di un tecnico abilitato che attesti la rispondenza degli interventi effettuati ai requisiti, attestato di certificazione energetica rilasciato dal tecnico abilitato, scheda informativa sugli interventi realizzati trasmessa all’ENEA e ricevuta di avvenuta spedizione. Nel caso di spese sostenute per interventi sulle parti comuni condominiali deve essere esibita copia della delibera assembleare;
     
  • fatture di spese sostenute per interventi di recupero del patrimonio edilizio e ricevute dei bonifici bancari relativi ai pagamenti delle spese sostenute idonee a comprovare il sostenimento delle spese di realizzazione degli interventi effettuati. Nel caso di spese sostenute per interventi sulle parti comuni, la predetta documentazione può essere sostituita da una certificazione rilasciata dall’amministratore di condominio che attesti di aver adempiuto a tutti gli obblighi previsti dalla L. 449/97 e che specifichi l’importo della spesa imputabile ai singoli condomini nonché il codice fiscale del condominio;
     
  • documentazione relativa ad ulteriori spese sostenute dal 6 giugno 2013 per l’acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici di classe non inferiore alla A+, finalizzati all’arredo dell’immobile oggetto di ristrutturazione;
     
  • documentazione relativa ad altri oneri detraibili.

 

ONERI DEDUCIBILI SOSTENUTI NEL 2013

  • Ricevute di pagamento contributi obbligatori: contributo per il Servizio Sanitario Nazionale versato con il premio di assicurazione Rc autoveicoli;
     
  • contributo versato alla gestione separata dell’Inps; contributi agricoli unificati versati all’Inps, contributi per l’assicurazione obbligatoria INAIL delle casalinghe;
     
  • ricevute di pagamento contributi alle forme pensionistiche complementari e/o individuali (es. contribuzione pensione regionale alle casalinghe);
     
  • ricevute di pagamento contributi volontari (es. contributi per ricongiunzione periodi assicurativi, contributi per riscatto degli anni di laurea);
     
  • ricevute di pagamento contributi previdenziali ed assistenziali obbligatori versati per gli addetti ai servizi domestici ed all’assistenza personale e familiare;
     
  • quietanze relative ad erogazioni liberali a favore di istituzioni religiose;
     
  • documentazione fiscale relativa a spese mediche generiche e di assistenza specifica sostenute per soggetti portatori di handicap;
     
  • ricevute attestanti il pagamento degli assegni periodici al coniuge separato, sentenza di separazione o divorzio nonché codice fiscale del coniuge separato

     

     

     

     

    ALTRO

 

  • Eventuali deleghe di pagamento (Modello F24) relative a versamenti in acconto di IRPEF nonché a compensazioni d’imposta effettuate nel 2013;
     
  • copia del contratto di locazione e copia del modello F23 attestante il pagamento dell’imposta di registro per l’anno 2013;
     
  •  imposte ed oneri rimborsati nel 2013 se detratti o dedotti negli anni precedenti.

 

ATTENZIONE: LA SUDDETTA DOCUMENTAZIONE DEVE ESSERE OBBLIGATORIAMENTE ESIBITA ANCHE DAI SOGGETTI CHE CONSEGNANO AL CAF IL MODELLO 730/2013 GIÀ COMPILATO.

 

 

TESSERATI UIL

Per usufruire della agevolazione riservata ai tesserati UIL è necessario esibire la tessera 2014, ovvero 2013, al momento della consegna della documentazione, ovvero l’ultima busta paga dalla quale si evinca la trattenuta sindacale

 

Per informazioni e presentazione del Modello 730/2014 rivolgiti agli uffici di  

Via Regina Elena n. 131, Taranto 
Ogni Martedì e Giovedì dalle 15,00 alle 19,00
Per appuntamento chiamare il
349.07.44.168 – 333.38.32.430