DELEGAZIONE TRATTANTE UIL FPL SI RITIRA DAL TAVOLO NEGOZIALE
CON LA ASL DI TARANTO

DELEGAZIONE TRATTANTE

Oggetto: Richiesta di revoca deliberazione Direttore Generale 1004 del 20/05/2016 e 1125 del 06/06/2016. Immediato ritiro componenti delegazione trattante UIL FPL

Al Direttore Generale ASL Taranto
Avv. Stefano ROSSI

e p.c.                   Al Presidente Regione Puglia
Dr. Michele EMILIANO

A Tutto Il Personale Dipendente Asl Taranto


Egregio Direttore,

nonostante le Sue dichiarazioni pubbliche e non, di voler perseguire le relazioni sindacali corrette, positive e concertative, spiace constatare la Sua perseveranza nell’adottare delibere ed atti che violano sistematicamente le corrette e dovute interlocuzioni con le parti sociali.

Nel merito e in questa circostanza, le contestiamo l’adozione di atti deliberativi indicati all’oggetto, ovvero: deliberazione del Direttore Generale n.1004 del 20/05/2016 “Approvazione regolamento per la discussione delle aree interne e dei parcheggi nei Presidi ospedalieri”, resa immediatamente esecutiva.

Per tale deliberazione, oggetto di rimostranze e di richiesta di revoca da parte di questa organizzazione sindacale, inviata in data 26/05/2016 prot. N. 287/016/Gen., la S.V. non ha mai ritenuto dare alcun riscontro.

Ciò nonostante, la S.V. adotta ulteriore atto deliberativo n.1125 del 06/06/2016“Destinazione aree interne del Padiglione Vinci – Disposizioni”, rendendo anch’esso immediatamente esecutivo.

Quanto su menzionato, dimostra ancora una volta la Sua volontà di non ritenere necessario un legittimo confronto con le OO.SS., perseverando in un comportamento lesivo delle prerogative sindacali, ignorandole e delegittimandole.

Il paradosso a cui assistiamo e che la S.V., dopo aver reso immediatamente esecutivo un atto, ritiene poi di porlo in discussione nella seduta di contrattazione aziendale  del 14/06/2016 come da ufficiale convocazione a noi pervenuta.

Tali comportamenti contraddittori e inadeguati, sono stati più volte da noi rilevati in diversi atti deliberativi che attengono l’area del comparto e della dirigenza oltreché ad alcuni impegni di spesa molto discutibili.

Per quanto su evidenziato, nel richiamare e ribadire il contenuto di denuncia della citata nota n.287 del 26/05/2016 di questa organizzazione sindacale, inviata alla S.V., la scrivente non ritiene, allo stato attuale, di continuare altalenanti e fittizie contrattazioni sindacali, ritirando la propria delegazione trattante da tutti i tavoli negoziali aziendali, avviando, nel contempo, una capillare sensibilizzazione e informazione a tutto il personale dipendente su quanto rappresentato e denunciato.

È nostra tradizione dare contributi fattivi e collaborativi nel momento in cui l’Amministrazione dimostra fattivamente la propria volontà ad instaurare corrette relazioni sindacali, pertanto dichiariamo il nostro impegno a riprendere il confronto nel momento in cui vengono revocate/sospese le deliberazioni oggettivate prima del 14/06/2016, data destinata alla prossima contrattazione.

Al Presidente della Regione Puglia, a cui la presente viene inviata per conoscenza, si chiede di valutare con attenzione le rimostranze e le esternazioni della scrivente organizzazione sindacale, in particolare nell’adeguatezza del management aziendale nella gestione della sanità jonica, nonché della capacità dello stesso di instaurare e perseguire corrette relazioni sindacali.  

Con riserva di ulteriori valutazioni e iniziative.

Segreteria Territoriale UIL FPL

IL SEGRETARIO GENERALE

Franco BRUNETTI

lettera parcheggio parte1 (1)lettera parcheggio parte1 (2)