UIL DI PUGLIA E DI BARI

Cari amici,

 

la questione ILVA è ormai da tempo sotto osservazione a livello nazionale a causa delle tante vicende giudiziarie in atto, delle problematiche ed emergenze a voi conosciute che tuttora permangono, come quelle relative alla salute dei lavoratori e dei cittadini, al risanamento ambientale attraverso l’Autorizzazione Integrata Ambientale e le opere di bonifica del territorio, scommesse rischiose ed urgenti sulle quali si basa il futuro stesso dell’azienda.

La UIL, in tempi in cui nessuno poneva con fermezza il problema della sicurezza e dell’ambiente, ha intrapreso, in estrema solitudine, battaglie aspre e determinate, ricevendo il consenso dei lavoratori. Oggi, coloro i quali hanno taciuto, inseguono invece con disinvoltura questi temi fino a ieri sconosciuti, cerando di investirsi di meriti che consentirebbero di acquisire, cavalcando l’onda dell’attualità, facile consenso.

La Camera Sindacale territoriale di Taranto sta seguendo con profondo impegno e attenzione le prossime elezioni per il rinnovo delle RSU dell’ILVA previste per i giorni 25, 26 e 27 di novembre e la UIL regionale di Puglia ha altresì costantemente prestato attenzione a tutte le vicende riguardanti l’azienda, ricorrendo alle vie giudiziarie contro la privatizzazione e contro i maltrattamenti subiti dai lavoratori nella famigerata palazzina Laf, senza dimenticare che è tuttora costituita parte civile nei processi sull’ambiente e sull’amianto.

Riteniamo, pertanto, che questa consultazione, vada ben oltre gli interessi diretti della categoria UILM, anzi, si può affermare che la consultazione ha valenza addirittura nazionale, in quanto tutti gli occhi saranno puntati sui risultati che ne scaturiranno.

La UILM di Taranto è forte all’interno dell’ILVA, ha la maggioranza assoluta degli iscritti e siamo convinti che saprà ribadire l’ottimo risultato degli ultimi appuntamenti elettorali, ma è tuttavia doveroso, da parte di tutti noi, contribuire al successo delle liste UIL per le RSU dell’ILVA.

Gli operai impiegati e le categorie speciali dell’ILVA sono quasi 12000, molti di noi conoscono lavoratori dell’azienda: ciò che ci permettiamo di chiedere è di parlare con  loro per spiegare le buone ragioni per recarsi a votare i delegati UILM (le cui liste alleghiamo alla presente) e sostenere l’impegno di un sindacato sempre in prima linea per la difesa delle esigenze dei lavoratori, della salute e dell’ambiente.

 

Nella certezza della vostra collaborazione

 

 

Cordiali saluti,

 

 

 

Aldo Pugliese

Segretario Generale

UIL di Puglia e di Bari