PNEUMOLOGIA “S. G. MOSCATI”: NON HA UN NOME IL DIRETTORE DI STRUTTURA COMPLESSA

COMUNICATO STAMPA

Il concorso è stato espletato il 26 giugno scorso, ma il Direttore Generale non ha nominato alcun direttore di struttura complessa

 

In una città stordita dalle tante emergenze “le stranezze gestionali e organizzative”, oramai all’ordine del giorno nell’ASL di Taranto, rischiano di non suscitare alcun dibattito, in un assordante silenzio di rassegnazione. La UIL FPL intende invece mantenere alta l’attenzione sulle vicende relative alla sanità pubblica della provincia ionica.

Non è un mistero che le modalità di gestione della Sanità pubblica da parte del management dell’Azienda Sanitaria Locale, a parere di quest’Organizzazione Sindacale, si siano distinte per inappropriatezza e mancanza di vision aziendale.

 Tutti aspetti che, purtroppo, ritroviamo, anche, nella mancata individuazione del Direttore della Struttura Complessa di Pneumologia, dell’Ospedale Moscati, nella quale dovrà confluire la struttura di Endoscopia Bronchiale Oncologica inaugurata, in grande spolvero, lo scorso 24 luglio, alla presenza del Presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano.

 Per la UIL FPL, è difficile capire quale sia la strategia manageriale che impedisca, al Direttore Generale dell’ASL di Taranto, avv. Stefano Rossi, di nominare il Direttore della Struttura Complessa di Pneumologia, nonostante siano state regolarmente espletate le procedure concorsuali per l’affidamento dell’incarico. La cosa è di difficile spiegazione per l’Organizzazione Sindacale scrivente se si considera che sono trascorsi due mesi dal regolare espletamento del concorso, e che nel corso dell’inaugurazione, avvenuta il 24 luglio scorso, la nuova Struttura di Endoscopia Bronchiale Oncologica è stata definita, dalla stessa Azienda sanitaria Locale, “una delle strutture più all’avanguardia per la diagnostica oncologica del polmone…” in linea con quanto contenuto all’interno del  piano di riordino ospedaliero, della Regione Puglia che prevede per Taranto il rafforzamento dell’offerta sanitaria con l’apertura della pneumologia e dell’oncoematologia pediatrica, strutture necessarie in considerazione dei dati epidemiologici che non lasciano dubbi sull’incidenza  delle patologie oncologiche e pneumologiche.

Per la UIL FPL è come se la Direzione Generale dell’ASL di Taranto con la mancata nomina del Direttore della Struttura Complessa di Pneumologia abbia deliberatamente voluto stoppare la creazione di un servizio di cura per i cittadini particolarmente atteso in una realtà fortemente inquinata.

Per Taranto questa Direzione Generale sembra essere solerte esclusivamente a compiere, in tempi brevissimi, tagli Ospedalieri e a non far seguire ai tanti proclami azioni conseguenziali. Si pensi, solo per citarne alcuni, alla costruzione del nuovo ospedale di cui non si hanno più notizia, all’oncoematologia pediatrica che ha visto l’assunzione del pediatra oncologo grazie alla raccolta dei soldi da parte dei cittadini di Taranto, ed adesso alla Pneumologia che, dopo il clamore mediatico, resta solo un numero di posti letto su un pezzo di carta.

Facciamo appello, ancora una volta al Presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, affinché, in tempi rapidissimi, dia ai tarantini le strutture promesse e faccia si che dalle parole della propaganda politica si passi ai fatti, garantendo la risposta di salute che i cittadini si aspettano, contestualmente la UIL FPL sollecita il Direttore Generale avv. Stefano Rossi, a deliberare la nomina del Direttore della Struttura Complessa di Pneumologia, rammentando al manager locale che l’agire nella Pubblica Amministrazione deve ispirarsi ai principi di efficienza, efficacia, economicità e non ultima trasparenza.

Download “comunicato-stampa-Struttura-Complessa-di-Pneumologia.pdf” comunicato-stampa-Struttura-Complessa-di-Pneumologia.pdf – Scaricato 35 volte – 386 KB