Crisi Economica

PROTOCOLLO DI INTESA PER LE POLITICHE DI CONTRASTO ALLA CRISI ECONOMICA ED OCCUPAZIONALE DELLA PROVINCIA DI TARANTO 


Il giorno 28/04/2014 alle ore 09,00, presso la Direzione Territoriale del Lavoro di Taranto, alla presenza del dr. Giocondo Lippolis Direttore e del dr Roberto Solito responsabile del Servizio Politiche del lavoro si sono incontrati: 

  • per l’Autorità Portuale l’Avv. Sergio Prete, Presidente; 

  • per le Organizzazioni Sindacali Confederali CGIL- CISL –UIL i sigg D’Isabella Luigi, Fumarola Daniela, Turi Giancarlo, Segretari generali delle rispettive confederazioni, che intervengono anche in rappresentanza delle Federazioni interessate 

  • Per Confindustria Taranto il dr Cesario Vincenzo, Presidente. 

LE PARTI PREMETTONO

La grave crisi economica che attanaglia l’intero Paese ha prodotto un forte effetto depressivo anche sull’economia jonica generando un notevole aumento del tasso di disoccupazione e di inoccupazione. Il livello di “ precarizzazione ” del lavoro èreso ancora piùmanifesto dal massiccio ricorso alle diverse forme di ammortizzatori sociali apprestate dal sistema di welfare –state, che, ormai, mostra tutta la sua insufficienza nell’affrontare le tante criticitàoccupazionali emergenti. 

Tale fase si inserisce in un percorso di sviluppo dell’apparato produttivo del territorio destinato a creare importanti opportunitàoccupazionali progettate quale percorso di emancipazione dalla  “monocultura”siderurgica. 
Convergono, pertanto, due fasi di segno opposto: la prima di decrescita e, conseguentemente, di deficit occupazionale, l’altra di sviluppo, essenzialmente incentrato sulla “infrastutturazione”dell’area del Porto di Taranto e sulle successive attività da sviluppare o rilanciare.Gli investimenti di natura pubblico –privata che interessano tale area sono di dimensioni tali da determinare sicuri riverberi occupazionali in grado di assorbire non soltanto i lavoratori espulsi dai processi produttivi di quel bacino, ma di generare nuova occupazione.
 

C O N S I D E R A T O  C H E  

  • un accordo territoriale èstato stipulato in data 29.03.2012 presso questa DTL da Provincia di Taranto, Associazioni di Imprese e Parti sociali per affrontare convenientemente la crisi occupazionale che ha interessato i lavoratori della società“ Delta 1 S.r.l.”, impresa autorizzata allo svolgimento delle operazioni portuali, giàavviati ad una fase di riqualificazione professionale finalizzata al reimpiego; 

Le parti sottoscrittrici 

                                                                   C O N V E N G O N O 

gli ambiti di sviluppo che costituiscono oggetto di operativitàdel presente accordo sono i seguenti:  

  1. Opere ed interventi di bonifiche dell’area portuale di cui alla Legge n.127/2012; 

  2. Opere ed interventi di adeguamento infrastrutturale dell’area portuale; 

  3. Servizi e attivitàportuali; 

Nell’ambito di tali opere e servizi che saranno appaltati dall'Autoritàportuale di Taranto,acquisito il parere favorevole della AVCP ( Autorità di Vigilanza dei contratti pubblici), sarà inserita nel bando di gara una“clausola sociale”finalizzata alla ricollocazione prioritaria dei lavoratori che sono stati espulsi dai processi produttivi in provincia di Taranto, che saranno contrattualizzati secondo i seguenti criteri prioritari: 

a) lavoratori provenienti dalla medesima area (settore portuale), ove possibile, e senza alcun pregiudizio anche di natura temporale per l'impresa, il disallineamento tra la qualifica di provenienza e quella di destinazione potràessere superato attraverso la frequenza di percorsi professionali di riqualificazione;

b) I lavoratori provenienti dai settori edile, metalmeccanico e servizi della provincia di Taranto.Ove possibile, e senza alcun pregiudizio anche di natura temporale per l'impresa, il disallineamento tra la qualifica di provenienza e quella di destinazione potràessere superato attraverso la frequenza di percorsi professionali di riqualificazione. 

Nell’ambito dei punti sopra evidenziati, saranno utilizzati gli ulteriori criteri di precedenza: 

– Lavoratori con ammortizzatori sociali di sostegno al reddito scaduti o in scadenza; 

– Lavoratori da piùtempo sospesi ed in trattamento di cassa integrazione e/o mobilitàordinaria, straordinaria o in deroga; 

L’impresa aggiudicataria che manifesti la necessitàdi nuove assunzioni dovrà darne comunicazione alle organizzazioni sindacali territoriali di categoria ed all'Autoritàportuale. In tale comunicazione dovràesplicitare il numero dei lavoratori da assumere con la indicazione delle professionalità occorrenti. 
I sottoscrittori del presente accordo si incontreranno a cadenza mensile per una verifica sullo stato di applicazione del presente accordo presso l’Autorità’ Portuale. 


PER L’AUTORITA’ PORTUALE            Avv. Sergio Prete           
PER LA CGIL                                                    D’Isabella Luigi
PER LA CISL                                                    Fumarola Daniela
PER LA UIL                                                      Turi Giancarlo
PER ASSINDUSTRIA TARANTO            dr. Cesario Vincenzo

 

LA DIREZIONE PROVINCIALE DEL LAVORO
Dr. Lippolis Giocondo

 

 

Per il download dell'allegato originale clicca su questa icona