Riposo settimanale e orario di lavoro.
Il segretario regionale UIL FPL Giuseppe Vatinno  
scrive al Presidente della Regione Puglia

Riposo settimanale e orario di lavoro.

Al Presidente della Giunta Regione Puglia

In esecuzione della Legge n.161/2014, a decorrere dal 25 novembre p.v. saranno abrogate le disposizioni legislative che avevano derogato per tutto il personale sanitario e dirigenziale del S.S.N., al diritto delle 11 ore consecutive di riposo giornaliero oltre la durata media dell’orario di lavoro massimo di 48 ore settimanali.La stessa L. n. 161/2014 dispone che le Regioni devono continuare a garantire gli stessi livelli quali-quantitativi dei servizi sanitari attraverso una più efficiente allocazione delle risorse umane unitamente a specifici processi di riorganizzazione e razionalizzazione delle strutture e dei servizi sanitari.

Per quanto su esposto:

  • preso atto che, in questi ultimi anni, per effetto del blocco del turn-over imposto dalle varie leggi di Stabilità e del primo piano di rientro a cui è stata sottoposta la Regione Puglia si è determinata una drastica riduzione delle dotazioni organiche degli enti del S.S.R. che difficilmente consentirà di dare attuazione a quanto previsto dalla Legge ed in particolare alle indispensabili tutele nei confronti degli operatori coinvolti;
  • Considerato che, la Puglia essendo uscita dal piano di irentro, in deroga al blocco, è stata autorizzata a bandire i concorsi per nuove assunzioni nelle Aziende sanitarie;
  • atteso che il D.P.C.M. 06/03/2015 “stabilizzazione dei precari”, ha emanato le direttive in ordine alle procedure concorsuali da adottare per trasformare i rapporti di lavoro a tempo determinato in tempo indeterminato.

La UIL FPL Puglia-Bari-Bat chiede alla S.V. di mettere in campo tutte le azioni utili ad accelerare il percorso per avviare le procedure concorsuali nelle Aziende sanitarie.

Cordiali saluti

IL SEGRETARIO GENERALE
  UIL FPL PUGLIA-BARI-BAT
           Giuseppe Vatinno

 

Scarica o visualizza Lettera del segretario regionale UIL FPL PUGLIA_BARI_BAT AL Presidente della Giunta Regione Puglia