VERTENZA SANITARIA TERRITORIALE JONICA: CGIL – CISL – UIL CHIEDONO UN INCONTRO URGENTE AL PREFETTO DI TARANTO

VERTENZA SANITARIA TERRITORIALE TARANTO

                                          COMUNICATO STAMPA

Le Organizzazioni Sindacali CGIL,CISL,UIL, rispetto alle scelte che la Giunta  Regionale  sta  compiendo sul riordino della sanità pugliese, ancora una volta,  ribadiscono il loro motivato dissenso.

       Poichè,  almeno fino a questo momento, sta di fatto ignorando la grave situazione dell’offerta sanitaria in una realtà come quella di Taranto, da tutti riconosciuta ad alto rischio ambientale e già con gravi danni patologici su un’alta percentuale di  persone.

       Tanto a livello regionale, quanto qui con la Asl Taranto, da diverso tempo evidenziano e denunciano carenze e squilibri che penalizzano fortemente i cittadini della provincia Jonica.

            Pertanto, allo scopo si coordinare tutte le voci dissonanti e le azioni di protesta rispetto ai mille problemi che si stanno  continuamente presentando nella Riorganizzazione sanitaria del nostro territorio , causa la continua apertura di emergenze che stanno ulteriormente creando  disagio, disorientamento e forte preoccupazione fra  i cittadini e i lavoratori direttamente interessati.

Chiedono un incontro urgente al Prefetto di Taranto in quanto si fanno promotori di una “Vertenza Sanitaria territoriale” che veda coinvolte le forze politiche ed istituzionali del nostro territorio: parlamentari jonici, consiglieri regionali , Sindaco di Taranto, Conferenza dei sindaci, Provincia e parti sociali.

 A tale scopo ,  individuano  la Prefettura di Taranto come sede di svolgimento delle iniziative collegate allo sviluppo della Vertenza,  che necessita del coinvolgimento della ASL di Taranto, della Regione Puglia e del Ministero della Salute.

Le Organizzazioni Sindacali Cgil Cisl e Uil individuano i seguenti punti sui quali avviare il confronto attraverso la stesura di  una piattaforma, che sarà presentata al Prefetto, nella quale si evidenziano le tante criticità che richiedono soluzioni chiare,  definitive e strutturali su :

  • Aspetti infrastrutturali:
    • chiarezza e certezza in merito alla riorganizzazione degli ospedali SS. Annunziata, Moscati e San Marco ;
    • strutturazione definitiva  della sede del “Centro Ambiente e Salute”;
    • tempi definiti e luogo per la costruzione del nuovo ospedale.
  •  Aspetti regolamentari:
    • rivisitazione complessiva del “Piano Sanitario di Riordino”;
    • neutralizzazione degli effetti della rete dell’emergenza – urgenza adottata sulla rete ospedaliera esistente;
  • Politica del Personale:
    • immediato avvio delle procedure concorsuali per la colmature del gravissimo deficit degli organici del personale medico e para medico;
  • Centro Ambiente e Salute
    • definizione della pianta organica
    • stabilizzazione del personale
    • riordino tecnico – giuridico degli assetti in una visione prospettica

 Definizione di un piano straordinario finanziario di risorse.


 

Lettera inviata al Prefetto di Taranto

 

cgil_cisl_uil

SEGRETERIE TERRITORIALI DI TARANTO

 

Prot. n. 113/16gt

                                                                                   Al Prefetto

TARANTO

 

 

OGGETTO: “VERTENZA SANITARIA TERRITORIALE”. Richiesta di convocazione urgente.

 

                        Lo stato in cui versa la sanità jonica, ancor più all’indomani dei recenti provvedimenti assunti in materia  sul livello regionale  (Piano di Riordino Sanitario, riconfigurazione della “Rete dell’emergenza – urgenza), è tale da richiedere una totale ed ampia riconfigurazione della stessa, al fine di soddisfare la forte domanda che proviene dai cittadini.

Per questi motivi, le scriventi sono a rappresentarLe l’apertura di una vertenzialità specifica che si approcci al tema in maniera organica e coordinata e veda coinvolti tutti i soggetti istituzionali (parlamentari jonici, consiglieri regionali, conferenza dei sindaci e parti sociali).

La invitano, pertanto, voler disporre un’opportuna, tempestiva, convocazione che apra una fase di confronto con i responsabili della sanità locale Direttore Generale ASL Taranto, regionale (Presidente di Regione) e nazionale (Ministero della salute) ed individui con immediatezza i primi interventi urgenti.

Le raccomandano l’urgenza considerata la portata della questione proposta.

Taranto, 01 luglio 2016

                                                                       f.to Massafra – Castellucci – Turi